Logo Regione Autonoma della Sardegna
SISTEMA INFORMATIVO DEL LAVORO E DELLA FORMAZIONE IN SARDEGNA

Il Progetto Lifelong Learning

L’Amministrazione Regionale ha inteso rafforzare il Sistema del Lifelong Learning della Sardegna attraverso ulteriori servizi di attuazione dell’azione di sistema finalizzata all’aggiornamento, mantenimento e rafforzamento del Sistema nella direzione delle politiche attive del lavoro e della valorizzazione dei curriculum professionali.

 

Le attività di questa nuova fase progettuale del Lifelong Learning hanno seguito le seguenti tre direttrici tematiche:

- Analisi e raccolta dei fabbisogni professionali;

- Politiche attive del lavoro;

- Placement.

  

Analisi e raccolta dei fabbisogni professionali

Politiche attive del lavoro

Placement

• Definizione di metodologie e strumenti per la rilevazione e classificazione del fabbisogno di competenze delle aziende.

• Elaborazione di un modello per l’analisi del fabbisogno di competenze del tessuto produttivo locale e per la valorizzazione dei curriculum professionali, con riferimento al Repertorio Regionale delle Figure Professionali.

• Rilevazione dello stato di attuazione, ed ottimizzazione, delle metodologie e degli strumenti forniti ai CSL per l’erogazione del “bilancio delle competenze”.

• Definizione di metodologie e strumenti per la rilevazione e classificazione dell’offerta di competenze e per la successiva proposta di una politica attiva efficace.

• Definizione di metodologie e strumenti per la valorizzazione del “curriculum professionale” dei lavoratori, attraverso una corretta registrazione e catalogazione delle competenze, in linea con gli standard del RRFP.

• Sperimentazione del modello regionale per la valutazione degli esiti della formazione professionale, in termini di “placement”, al fine di rilevare l’efficacia degli interventi di politica attiva promossi dell’Amministrazione Regionale.

APPROCCIO METODOLOGICO
L’approccio metodologico del Progetto prevede che, per ciascuno dei suddetti obiettivi, siano svolte le seguenti attività:
 

Rilevazione: analisi dello stato dell’arte sulle procedure e sugli strumenti adottati dai soggetti competenti sul territorio per l’erogazione dei servizi per il lavoro e per l’individuazione e valorizzazione delle competenze.

 

Elaborazione: realizzazione e definizione di modelli, procedure e strumenti a supporto dei diversi soggetti coinvolti nel Sistema regionale del Lifelong Learning per le attività di competenza, o affinamento/reingegnerizzazione di quelli già esistenti, al fine di indirizzare i servizi per il lavoro sempre più nella valorizzazione e spendibilità delle competenze dei lavoratori.

 

 Monitoraggio: valutazione delle politiche attive del lavoro pianificate sul territorio regionale attraverso l’analisi dei relativi effetti nel mercato del lavoro, con riferimento agli esiti occupazionali di tali politiche.