Logo Regione Autonoma della Sardegna
SISTEMA INFORMATIVO DEL LAVORO E DELLA FORMAZIONE IN SARDEGNA

Servizi per la visualizzazione degli AA.SS in deroga

 AVVISO AA.SS. in deroga 2015

 

L’Assessorato del Lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale, comunica la riapertura dei termini per la presentazione delle richieste di MOBILITA’ IN DEROGA.

 

In considerazione del fatto che la scadenza precedentemente fissata del 01.03.2015, ricadeva in giorno festivo, sono riaperti i termini per la presentazione delle richieste relative all’anno 2015 a partire dalle ore 10:00 del giorno 25 giugno fino alla ore 10:00 del 26 giugno 2015, a prescindere dal settore di appartenenza dell’azienda.

 

  Consulta l’Avviso riapertura termini richieste AA.SS. in deroga

 

 

 

L’istituto della mobilità in deroga prevede un’indennità di sostegno al reddito che può essere concessa a tutti i lavoratori per tutte le tipologie di lavoro subordinato, se licenziati da aziende non rientranti nel campo di applicazione della mobilità ordinaria, oppure che abbiano fruito della mobilità ordinaria e per i quali, sulla base di accordi regionali, è prevista una proroga del trattamento. Del trattamento di mobilità in deroga possono beneficiare i lavoratori con almeno 12 mesi di anzianità aziendale, di cui 6 effettivamente lavorati, e che abbiano reso la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro.

 

I servizi “on line” disponibili nell’area riservata del SIL Sardegna consentono ai Cittadini ed alle Organizzazioni Sindacali di inviare telematicamente la richiesta di accesso all’istituto della mobilità in deroga (rif. art. 19 l. 2/2009) e di monitorare, in qualunque momento, lo stato di avanzamento della relativa istruttoria.

 

 

I servizi “on line” disponibili nell’area riservata del SIL Sardegna consentono alle Organizzazioni Sindacali di visualizzare le informazioni inerenti alle istanze di CIG in deroga inviate dalle Imprese e alle richieste di mobilità in deroga inviate dalle altre Organizzazioni Sindacali dei lavoratori.