Logo Regione Autonoma della Sardegna
SISTEMA INFORMATIVO DEL LAVORO E DELLA FORMAZIONE IN SARDEGNA

Carta dei servizi

carta-dei-servizi

Negli ultimi anni le norme che regolano il mercato del lavoro ed i servizi ad esso indirizzati sono profondamente cambiate. La legge 59 del 1997 ha dato il via alla riforma delle strutture pubbliche; negli anni i vecchi Uffici di Collocamento hanno preso il nome di Sezioni Circoscrizionali per Impiego ed ora si chiamano Centri per l’Impiego (CPI).

 

Istituiti con Legge Regionale 9/2003 che ha recepito il D.lgs. 180/2001, sono le strutture che a seguito della riforma del mercato del lavoro hanno sostituito gli Uffici di Collocamento ossia le Sezioni Circoscrizionali per l’Impiego e il Collocamento in Agricoltura (SCICA) della Regione Sardegna.

 

La Regione Autonoma della Sardegna all’art 14 della Legge regionale 20/2005, ha modificato il Sistema regionale dei servizi per l’impiego trasformando i Centri per l’impiego nei Centri dei Servizi per il Lavoro (CSL).

 

I Centri di inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati (Cesil), finanziati dalla misura 3.4 del P.O.R Sardegna, hanno come obiettivo quello di diffondere la cultura dell’inclusione sociale dei soggetti svantaggiati, migliorarne le capacità di inserimento professionale e rafforzare i canali di incontro tra domanda e offerta di lavoro in aree caratterizzate da povertà economica ed emarginazione sociale.
Essi sono ospitati presso gli Enti Locali e prevedono la presenza di almeno due operatori esperti in materia di leggi di incentivazione e politiche attive del lavoro, disponibili a svolgere azione di supporto per l’inclusione lavorativa.

 

Nella sezione Centri dei servizi per il lavoro troverete l’elenco degli indirizzi e dei recapiti telefonici di tutti i CSL e Cesil della Sardegna.